studio

Lo studio nasce nel 2004 da dopo una serie di collaborazioni con altri realtà professionali. La prima fase dello studio si alimenta di esperienze dirette sul campo, collaborazioni, lavori pubblici e privati, spesso di grande valore simbolico, tecnico e architettonico dove si acquisisco le capacità tecniche e relazionali di una dimensione professionale e lavorativa diversa, incentrata principalmente sulle idee, sulla qualità del progetto e sulle tematiche di sostenibilità ambientale. Il progetto contemporaneo. Oggi la nostra attività professionale e completamente autonoma ma colloborativa. In seguito ad alcuni anni di attività in vari contesti professionali di respiro internazionale il titolare ha approfondito conoscenze e competenze specifiche nella progettazione architettonica, dalla piccola alla grande scala. Architettura non solo e non soltanto come semplice attività professionale ma preciso impegno culturale in questa disciplina da diffondere ad ogni livello e gerarchia sociale. Proprio per questo motivo si affianco all'attività professionale, l'impegno come cultore della materia presso l'università degli studi di genova, la redazione della webzine su internet (oramai con una consolidata e decennale presenza sul web); l'organizzazione di concorsi, ricerche e altre attività legate al mondo dell'architettura. Inoltre dal 2009 sono consigliere dell’ordine degli architetti pianificatori paesaggisti e conservatori della provincia di Savona.                                                                            

giacomo airaldi architetto


FILOSOFIA >>

Il nostro fare cerca di essere svincolato, dalle mode, dal miope e sterile accademismo. Il nostro modo di operare si basa prima di tutto sul dialogo con il committente, non crediamo o meglio vogliamo superare il concetto lecorbuseriano per il quale "l'architetto ama di più l'architettura che l'uomo che la andrà ad abitare". Instauriamo con i committenti siano essi privati, pubblici, enti o aziende, un rapporto sinergico di confronto. Partiamo da un CONCEPT chè è il primo elaborato che sforna lo studio e su quello si dialoga e interagisce. Le idee si arrichiscono affinandosi, attraverso le persone coinvolte, il luogo, la sua storia, le emozioni che le abitano. Ogni sforzo intellettuale è rivolto alla fase progettuale. Riunioni continue e pause di sedimentazione si alternano nel nostro lavoro, senza fretta o frenesia. Per lasciare il giusto e doveroso sedimentare delle cose. Pensiamo che il primo passo nella progettazione sia essa di un cucchiaio, di una cità o di uno spazio, sia quello di carpire e capirne "l'atmosfera", il senso. Un atmosfera , che ad esempio,  sfugge anche a chi abiterà quel luogo. Noi cerchiamo di leggere i segni e l'atmosfera che lo spazio e i luoghi ci danno. Questa atmosferà è fatta di volumi, di luce e materia, ma anche di suoni odori ed emozioni. Tentiamo faticosamente di "rendere visibile l'invisibile" rendendolo adattabile e usabile dall'uomo che lo abiterà. L'architetto deve essere una persona che estrae i desideri, dalle aspettative delle persone e della società e li trasmette sul piano del fattibile, della concretezza. E un continuo lavoro tra pensiero e costruzione, che si basa sulla conoscenza tecnica, sulle normative, sulla cultura, sulla sensibilità, sulla comunicazione ... ma soprattutto di come queste conoscenze si mettono insieme. Dobbiamo dimenticare la rigida e arcaica definizione a piramide del processo progettuale. Iniziare a parlare in termini di rete e di interazione di individui con le rispettive competenze.


IL PROGETTO E' IL RISULTATO DI VINCOLI E POSSIBILITÀ'

A noi interessa essere contemporanei, non tanto per quello che realizziamo, ma per come lo realizziamo e per le risorse che ci mettiamo, a voi e alla storia forse è concesso il giudizio; consapevoli che se le idee funzioneranno sarà anche un po' merito vostro, mentre se naufragheranno sarà come sempre colpa di questi architetti che cercano di migliorare le cose, mettendocela tutta, con passione ed onestà; anche a loro(a noi, a me) è concesso sbagliare come ad ogni altro uomo!


SINAPSI_WORKSHOP

via sollai, 29 17021 alassio sv italia | tel/fax +39 0182 643955 | fax +39 178 2758461

web | www.sinapsiarchitettura.com  mail studio | info@sinapsiarchitettura.com 

arch.giacomo airaldi | airaldi@sinapsiarchitettura.com

PEC posta elettronica certificata | giacomo.airaldi@archiworldpec.it (obbligatorietà ai sensi dell'art.16 comma 7 L.n°2/2009)


Comunica con noi attraverso skype